50 strumenti di marketing indispensabili per il business

strumenti di marketing

Gli strumenti di marketing oggi offrono possibilità incredibili, alla portata di tutti.
Nel mercato attuale la comunicazione è fondamentale ed è importante che le aziende dispongano degli strumenti di marketing più all’avanguardia per monitorare, analizzare e personalizzare i loro sforzi. Per chi di voi avesse bisogno di aiuto per determinare gli strumenti di marketing migliori per aiutare le vostre imprese, ecco la lista dei migliori 50:

Strumenti social marketing: Reclutare influencer

1. Traackr – Per individuare gli influencer più rilevanti e gestirli.
2. GuestPost – Per trovare siti di alto profilo e influencer che accettino guest post.
3. Mention (Read more...)

Microsoft rilascia Visual Studio 2017 per Mac

microsoft visual studio per mac

Microsoft ha rilasciato ufficialmente Visual Studio per Mac lo scorso novembre e dopo un periodo di anteprima prolungato, ad uso esclusivo degli sviluppatori, finalmente è tempo per gli utenti di provare i nuovi strumenti proposti da Microsoft.

Il rilascio corrisponde all’avvio della conferenza per gli sviluppatori di Microsoft Build 2017, in corso proprio questa settimana.

“Siamo lieti di annunciare il rilascio di Visual Studio 2017 per Mac, un nuovo membro della famiglia di Visual Studio che consente agli sviluppatori di macOS di creare applicazioni per cellulari, web e cloud attraverso Xamarin e .NET Core, nonché giochi con Unity(Read more...)

SoftBank lancia la app per personalizzare i movimenti di Pepper

Pepper Robot SoftBank

Fino ad ora, il robot Pepper richiedeva delle conoscenze di programmazione per poter essere controllato, una questione che ne limitava l’adozione più ampia, in particolare negli Stati Uniti. La SoftBank non è rimasta con le mani in mano e ha deciso di far debuttare Promoter, una soluzione basata su un browser che consente a chiunque di personalizzare i movimenti del robot, sebbene in un ambito abbastanza limitato.

L’applicazione Promoter – che l’azienda vede come la promessa per diverse soluzioni a venire – è essenzialmente un mix di scelte tra risposte e compilazione di moduli di testo per fornire (Read more...) differenziata nell’interazione del robot con i clienti, catturando l’attenzione di questi ultimi in modo da convincerli a fornire contatti e altre informazioni commercialmente importanti via tablet.

L’azienda sostiene che l’utilizzo dell’applicazione richieda “un livello utente Facebook”, ovvero una conoscenza base e guidata di una serie di prompt. Ovviamente, questo limita il livello di sofisticazione che azioni del robot possono offrire in risposta con questa tecnologia di tipo guidato. Ciò nonostante, Pepper sa ancora come conquistare il pubblico grazie ad una serie di trucchi interessanti e sa adattare le risposte sulla base di tentativi da parte del sistema di determinare l’età, il sesso o altri tipi di risposte emotive basate sui dati visivi.

Per quanto riguarda le soluzioni di programmazione robotica out of the box, SoftBank ha assicurato che offrirà ben di più in futuro: attirare i clienti grazie alle novità, spingerli a visitare un luogo dove si svolge una determinata attività o anche ottenere informazioni.

Data l’elevata sofisticazione tecnologica di Pepper, stupisce che non venga impiegato in ambienti ben più interessanti rispetto al semplice salutare davanti ad un negozio, anche considerando il prezzo base del robot (circa $ 25.000).

Nao, il predecessore di Pepper, ha fatto sì che l’azienda riuscisse a dimostrare di essere in grado di costruire robot di tipo avanzato. Quando Pepper è stato presentato, era chiaro che l’obiettivo era quello di renderlo uno strumento il più popolare e diffuso possibile. Il bot umanoide, però, viene utilizzato prettamente per salutare le persone nei centri commerciali e negli aeroporti, limitandone così il potenziale.

La società ha ribadito che in futuro Pepper avrà in dotazione delle applicazioni che amplieranno la portata del suo utilizzo. La SoftBank ha puntato notevolmente a far scoprire le potenziali funzionalità del robot, ma finora senza grande successo.

L'articolo SoftBank lancia la app per personalizzare i movimenti di Pepper è un contenuto originale di Digitalic.

Cisco acquisisce la startup Viptela e il portfolio SD-WAN per $610m

cisco viptela

Cisco sta puntando all’acquisto di Viptela, una startup californiana che si occupa di software, per accrescere il proprio portfolio SD-WAN e per accelerare la transizione verso un modello di business basato sulle sottoscrizioni: il tutto in un affare da $610 milioni.

Fondata da ex ingegneri della Cisco – Amir Khan e Khalid Raza – Viptela offre una virtualizzazione della rete end-to-end che consente di implementare il routing, le catene di servizi, le policy centralizzate e la capacità di orchestrazioni. I processi aziendali richiedono una gestione solida nel momento in cui si trasformano digitalmente ed è proprio per questo che (Read more...) di questo compito diventa cruciale.

Sebbene Cisco offra sia gli SD-WAN locali che quelli cloud-based – tra cui il Cisco Intelligent WAN e Meraki SD-WAN – il suo vice presidente dello sviluppo aziendale, Rob Salvagno, ha dichiarato che l’acquisizione permetterà alla società di offrire un’alternativa alle imprese che cercano una soluzione “Facile da implementare e semplice da gestire. Di pari passo quest’acquisizione darà a Cisco l’occasione di ridisegnare il proprio business model”.

Scott Harrell, vice presidente senior della gestione dei prodotti per il Gruppo Cisco Enterprise Networking ha commentato “La tecnologia di Viptela basata sul cloud ha un focus particolare che punta alla semplicità e alla facilità di utilizzo, fornendo simultaneamente un ampio set di scalabilità e numerose capacità. E questi presupposti sono quello che i nostri clienti non fanno che richiedere”.

I risultati finanziari del mese di febbraio vedevano Cisco registrare una crescita del fatturato annuo del 51% sul fatturato relativo ai software e alle sottoscrizioni, pari a circa un quarto dei ricavi trimestrali da 11,6 miliardi di dollari.

L’accordo con Viptela si chiuderà nella seconda metà del 2017, dopo l’integrazione del team della startup nell’organico aziendale di Cisco, per la precisione nella divisione Networking and Security. I team ingegneristici di Cisco e Viptela continueranno a “migliorare” l’offerta SD-WAN anche se non sono stati forniti dettagli sulle caratteristiche o sulle funzionalità che stanno cercando di aggiungere.

Nel mese di marzo di quest’anno, Cisco è entrata in un consorzio di investitori per sostenere Mountain View, la startup con base in California, Velocloud, che si occupa di SD-WAN – per circa $ 35 milioni. Il gigante di networking, che ha più di 70 miliardi di dollari in contanti e mezzi equivalenti in base alla sua relazione finanziaria di febbraio, ha anche acquistato AppDynamics nel gennaio di quest’anno in un accordo pari a $ 3,7 miliardi.

L'articolo Cisco acquisisce la startup Viptela e il portfolio SD-WAN per $610m è un contenuto originale di Digitalic.