Cos’è SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, e come funziona

SPID Sistema Pubblico di Identità Digitale

Nel 2016 entra in vigore SPID, il “Sistema pubblico dell’identità digitale”, il sistema unico di login per l’accesso ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti. Con questo sistema ogni cittadino entra in possesso della propria “identità digitale”, un passaggio fondamentale per la vita del nostro paese soprattutto in vista del processo di digitalizzazione di cui tanto ha bisogno.

di Franz Russo

Questa è #ARUBAIT, la rubrica realizzata in collaborazione con Aruba.it sui trend più interessanti del mondo della tecnologia e del web. 

A distanza di un anno i cittadini che si sono dotati di questa (Read more...)

Come funziona la PEC. Tutto quello che devi sapere

Arubait mail PEC posta elettronica certificata

Come funziona la Pec? Quali sono le caratteristiche della PEC? Prendete un fax, prendete una risma di fogli di carta, delle buste da lettera. Fatto? Bene? Ora cestinate tutto. Sì, perché la PEC (Posta Elettronica Certificata) sostituisce le ormai obsolete comunicazioni via fax e le classica posta cartacea. Non solo, i vantaggi della PEC non finiscono qui.

di Valentina Falcinelli

Questa è #ARUBAIT, la rubrica realizzata in collaborazione con Aruba.it sui trend più interessanti del mondo della tecnologia e del web. In questo articolo vi spiegheremo come funziona la PEC e vi diremo tutto, ma proprio tutto quello che (Read more...)

In estate si naviga di meno

In estate gli italiani si portano al mare o in montagna smartphone, tablet e PC per poter continuare a navigare ed a comunicare con amici e famigliari. Proprio per questo, molti operatori offrono bonus di traffico specifici per questo periodo. Eppure, secondo l’osservatorio SosTariffe nel periodo estivo si naviga di meno. Secondo l’osservatorio, 1.916 MB/mese è il traffico dati necessario per navigare in mobilità nei mesi estivi in Italia, il 22% in meno rispetto al fabbisogno medio nel resto dell’anno.

Leggi il resto dell’articolo

World Emoji Day: quali sono le Emoji più usate al mondo

Wolrd Emoji Day

Oggi 17 Luglio si festeggia il World Emoji Day, che si potrebbe definire la giornata mondiale dell’Emoji.
Per celebrarla al meglio Facebook e Messenger rendono disponibili nuovi dati che mostrano quali Emoji vengono condivise di più in tutto il mondo.

Più di 2 miliardi di persone in tutto il mondo utilizzano Facebook ogni mese come un luogo per connettersi, condividere i propri pensieri, idee e momenti di gioia con gli amici.

Ogni giorno più di 60 milioni di Emoji vengono utilizzate su Facebook e più di 5 miliardi su Messenger. Le Emoji più utilizzate su Facebook e Messenger in tutto (Read more...)

Natural born mobile: la responsabilità sui social

Natural born mobile

Natural born mobile: tutta la nostra esperienza mobile passa dai device mobili, che contribuiscono per il 90% al traffico verso i social media. Controlliamo i nostri smartphone per tutto il giorno, per 220 minuti al giorno ad essere esatti. Ma la responsabilità di come i social influiscono sulle nostre vite è solo nostra.

*di Emanuela Zaccone

Il 50% delle persone controlla il proprio smartphone subito dopo essersi svegliata, prima ancora di scendere dal letto e uno su tre utenti controlla il telefono anche durante la notte.

Lo scrolling è diventato una delle azioni più frequenti che compiamo in maniera ormai (Read more...)

Viaggia senza limiti con Q8 e Linkem! 50 euro di rifornimento di carburante

Ha preso così il via l’accordo tra CartissimaQ8 e Linkem, operatore di telecomunicazioni, leader in Italia nel settore della banda larga wireless che propone il servizio di connessione Internet senza fili e senza linea fissa. Dal 17 luglio e fino al 17 settembre 2017, ogni cliente CartissimaQ8 e RecardQ8, che sottoscrive il contratto Linkem, riceve 50 euro di carburante tramite l’invio di 5 codici Q8 Ticket Fuel da 10 euro ciascuno.

E-commerce trend 2017: i 5 punti chiave

e-commerce trend 2017

Quest’anno si sta rivelando essere uno degli anni più innovativi: ecco gli e-commerce trend 2017, raccolti in 5 punti chiave.
Negli USA è l’anno del sorpasso nelle preferenze dei clienti: Il 51% degli americani preferisce fare acquisti online rispetto agli acquisti nei negozi e la Forrester Research prevede che le vendite online continueranno a superare le vendite tradizionali nei prossimi anni. Ecco una sintesi delle 5 tendenze in atto.

E-commerce trend 2017: crescono i giovani acquirenti

Gli acquisti online non crescono solo nelle generazioni più giovani, infatti il 41% dei Baby Boomer ed il 28% degli adulti scelgono di fare acquisti (Read more...)

E-commerce trend 2017: i 5 punti chiave

e-commerce trend 2017

Quest’anno si sta rivelando essere uno degli anni più innovativi: ecco gli e-commerce trend 2017, raccolti in 5 punti chiave.
Negli USA è l’anno del sorpasso nelle preferenze dei clienti: Il 51% degli americani preferisce fare acquisti online rispetto agli acquisti nei negozi e la Forrester Research prevede che le vendite online continueranno a superare le vendite tradizionali nei prossimi anni. Ecco una sintesi delle 5 tendenze in atto.

E-commerce trend 2017: crescono i giovani acquirenti

Gli acquisti online non crescono solo nelle generazioni più giovani, infatti il 41% dei Baby Boomer ed il 28% degli adulti scelgono di fare acquisti (Read more...)

Le 10 aziende che stanno rivoluzionando il Wi-Fi

10 aziende che rivoluzionano il wi-fi

Oggi vogliamo condividere con voi le 10 aziende più innovative, impegnate a cambiare il modo in cui i privati e le aziende potranno utilizzare il Wi-Fi, sforzandosi così di rendere accessibile, stabile e sicura la Rete.

Sono 10 aziende che propongono il wi-fi, tenendo conto del fatto che l’ottenimento di grandi vantaggi è sempre accompagnato da grandi responsabilità e  talvolta persino minacce. L’assenza di connessione di rete, le violazioni della sicurezza e la navigazione non protetta ad opera dei bambini possono portare alla perdita di denaro, a furti di identità e ad un’educazione disfunzionale.

1 – Google Wi-Fi

Google Wi-Fi (Read more...)

Agcom vuole poteri su fake news e hate speech

Non vi piacciono le fake news, o almeno quelle che voi ritenete esserlo, e neppure tutta quella aggressività in Rete, sia tra gli adulti che tra i minori? Volete fare più in fretta nel cancellare bufale, notizie, comportamenti negativi, distruttivi, senza aspettare un giudice? Se siete della schiera, sempre più ampia, del “prima è meglio, subito è perfetto”, oggi potete contare su un altro grande sponsor: l’autorità garante delle comunicazioni e il suo presidente, Marcello Cardani.

Leggi il resto dell’articolo

La Cina bloccherà tutte le VPN

La Cina punta a bloccare il funzionamento di tutte le VPN all’interno del paese. L’indiscrezione arriva da un nuovo report di Bloomberg che evidenzia come il governo cinese si stia organizzando per porre in essere questa scelta tecnica. Se davvero si arriverà al blocco di tutte le VPN, si tratterà di un durissimo colpo alla libertà d’uso di Internet in un paese dove già da tempo le autorità vogliono controllare il web e l’informazione attraverso scelte molto discutibili e liberticide.

Leggi il resto dell’articolo

La Cina bloccherà tutte le VPN

La Cina punta a bloccare il funzionamento di tutte le VPN all’interno del paese. L’indiscrezione arriva da un nuovo report di Bloomberg che evidenzia come il governo cinese si stia organizzando per porre in essere questa scelta tecnica. Se davvero si arriverà al blocco di tutte le VPN, si tratterà di un durissimo colpo alla libertà d’uso di Internet in un paese dove già da tempo le autorità vogliono controllare il web e l’informazione attraverso scelte molto discutibili e liberticide.

Leggi il resto dell’articolo

Propaganda fascista: la legge pensa al web

Dopo l’esame in Commissione, arriva a Montecitorio la tanto discussa proposta di legge sulla propaganda nazifascista, che modifica una fattispecie di reato: non saranno più soltanto punite la riorganizzazione del disciolto partito fascista, le manifestazioni e le apologie manifestamente pubbliche del fascismo, ma c’è un’attenzione in più alla propaganda. Questa estensione è dovuta, secondo Emanuele Fiano, primo firmatario, alla realtà online che i vecchi legislatori non potevano immaginare. Ma quali sono i casi limite e le interpretazioni possibili?

Leggi il resto dell’articolo

Twitter contro gli abusi: ora è possibile bloccare nuovi utenti e sconosciuti

Abusi Twitter Troll attacchi

Twitter adotta nuovi strumenti contro gli abusi. Quando i troll irrompono nelle notifiche delle persone con le loro risposte offensive, gli account ad essi collegati potrebbero venir bloccati via Twitter. La società ha infatti lanciato dei nuovi strumenti per aiutare a mettere a tacere gli eccessi più fastidiosi. Finalmente è possibile disattivare le notifiche provenienti da account che si sono appena registrati, da persone che non hanno certificato mail e telefono oppure da chi non segue un profilo eppure ne commenta i post.

Audiweb: il 75,8% degli italiani accede a Internet da mobile

Audiweb mobile italiani

Internet in Italia ha raggiunto l’88,7% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni, ecco cosa emerge dai dati Audiweb. Sono 42,6 milioni gli italiani che dichiarano di poter accedere al web da location fisse (da casa, ufficio o da un luogo di studio) o da mobile (smartphone e tablet). I dati Audiweb mostrano l’evidente affermazione degli smartphone (utilizzati da 36,4 milioni di individui, pari al 75,8% dei casi), che superano i computer di casa (35,4 milioni, al 73,8%).

Cresce dell’11,5% l’accesso a Internet da mobile, secondo Audiweb

Più in dettaglio, la disponibilità di accesso a Internet tramite smartphone (Read more...)

Troll: uno studio psicologico sulla loro l’intelligenza emotiva

Troll

Come nascono i troll e come diventano così pronti ad attaccare? Che cosa accade al comportamento delle persone quando si esprimono online? Perché i toni sono così tanto sarcastici e perché la cortesia manca totalmente in così tanti commenti, a seguito di un articolo oppure della condivisione di un contenuto?

Troll internet: uno studio psicologico

Internet tira fuori il peggio delle persone che – quando raggiunge livelli estremi – si trasforma in trolling: quell’abitudine deplorevole e impulsiva di danneggiare gli altri online, senza valutarne le conseguenze.

In Australia un gruppo di ricercatori ha deciso di scoprire quali siano quei tratti delle (Read more...)

Twitter può rilevare un crimine 1 ora prima della polizia

twitter polizia

Twitter da sempre si è posto come una piattaforma dal valore inestimabile per la condivisione di informazioni durante crisi sociali ed episodi di attualità o cronaca e nuove ricerche hanno dimostrato la sua capacità di individuare gravi incidenti ben prima delle segnalazioni di polizia: almeno un’ora prima.

Analizzando i dati delle rivolte che hanno avuto luogo a Londra nel 2011, i ricercatori dell’Università di Cardiff hanno dimostrato che i sistemi informatici potrebbero eseguire automaticamente delle scansioni tramite Twitter ed individuare eventi potenzialmente pericolosi, ben prima che questi vengano segnalati alla polizia.

Il sistema potrebbe anche identificare le indiscrezioni (Read more...)

LinkedIn: nuova interfaccia, 10 cose da sapere

linkedin-new-newsfeed

LinkedIn ha una nuova interfaccia e numerose nuove funzionalità. La piattaforma diventa così ancor più simile a Facebook, che sembra voler sfidare il social del lavoro.

Come accade per la maggior parte dei nuovi roll-out ci sono alcuni miglioramenti, alcune perdite e anche alcune funzioni che non girano come previsto. E, come ci si può aspettare dalle precedenti release LinkedIn, il roll-out è avvenuto nel tempo e alcuni cambiamenti sono già avvenuti ad inizio anno.

In questo post condivideremo con voi i cambiamenti che avranno il maggiore impatto sulla piattaforma di personal branding e sulle probabilità di successo di una (Read more...)

Stanchi di bufale e haters? Risponde il bot

Ammettiamolo, abbiamo un problema sui social network: è diventato quasi impossibile tenere conversazioni positive su fatti reali e fonti affidabili. Non che questa difficoltà riguardi solo l’ambiente online, ma non c’è dubbio che allo stato attuale ci si trova sempre più di fronte a due scelte: affrontare elmetto in testa il confronto su tutti i temi “politici”, sperando di aumentare la serendipity di chi è rinchiuso nella propria bolla di opinioni di conforto, oppure rinchiuderci nella nostra. C’è però qualcosa che gli algoritmi possono fare, ed è l’idea tutta italiana di Loudemy, una piattaforma che risponde da sola ai tanti, (Read more...)